sabato 24 febbraio 2018

Profumo di Spot #22




Ciao a tutti e ben ritrovati su queste pagine :) Oggi ho pensato che fosse il caso di rispolverare una delle rubriche più amate del blog (fate finta di annuire, ché se no mi smontate il discorso), e quindi mi sono lanciata alla ricerca di qualche spot di profumi da prendere in giro alla nostra maniera :D
Nonostante sia appena passato San Valentino e di cose assurde viste in tv ce ne sarebbero mi è stato un po' difficile scovare qualcosa di realmente interessante, però ho optato per... questa cosa:



Dunque... partimo dal fatto che non avevo idea di chi fosse questa Sofia Monsurrò, perciò mi sono documentata :) Si tratta di un luxury brand di moda femminile di origine partenopea e assolutamente made in Italy. Noi però non ci concentreremo sugli abiti (un po' sfarzosi ma eleganti), bensì sul profumo della maison.

Ora, fateci caso. Da sempre il sud Italia ha fatto da cornice a dei meravigliosi spot di profumi. Capostipite fu Dolce&Gabbana che diede i natali alla Bellucci. E al polipo ovviamente :D


Si è poi proseguito su toni più o meno simili come vi avevo raccontato nella descrizione dell'assurdo Carnevale made in sud che figurava nientepopodimeno che gli eroi di Game of Thrones (cliccate qui se ve la siete persa).

Grazie alla sig.a Monsurrò torniamo in qualche modo alle origini, a un sano spot con ingredienti semplici, quali:
-belloccia di turno;
-lenzuola, tante lenzuola stese ad asciugare al sole, che fa subito meridione;
-belloccio di turno povero di cervello.
-qualche souvenir femminile.
Siamo però pur sempre negli anni 2010 e bisogna far fronte anche a tematiche di attualità; lo spot di oggi avrà quindi un risvolto, come dire (ehm!), ecologico :D

Procediamo come sempre con ordine...
Siamo al mare, venticello, palme che si agitano, nenia mediterranea di sottofondo. La nostra desperate houswife partenopea si prepara a svolgere i lavori di casa. VESTITA DI PIZZO. Sì perché al sud tutte le donne lavorano all'uncinetto e si preparano il corredo da sole. E già che ci siamo si mette pure due gocce di profumo. Visto che già fa caldo e oltre ai bellocci del paese vogliamo attirare pure moscerini e zanzare :D
Prego, notare dove lascia il profumo, in bilico sulla ringhiera del balcone. E se cade in testa a qualcuno?? Siamo di fronte al paese d'Italia col più alto tasso di ferite da vetri :D

Comunque la nostra bella lavanderina -che lava i fazzoletti, per i poveretti, della cittààààà... Ok, la smetto :D - si mette a stendere le lenzuola al sole. Tipo che ne stende una e già è stanca e ha caldo. Ti credo, tutto quel pizzo che hai addosso non lascia mica respirare la pelle, una bella canotta di cotone no??
E quindi afferra un fazzoletto steso (ma l'hai appena lavato!) e ci si asciuga il sudore sul décolleté. Poi, non sapendo dove gettarlo (che so, di nuovo in lavatrice?) lo lancia per strada.

AAAAAHHHHH!!!!! LA PIAGA DELLA SPAZZATURA A NAPOLI!!!!! 

Scusate, non ho resistito davanti alla gravità del problema. Comunque per fortuna CASUALMENTE passa di lì un prode OPERATORE ECOLOGIC..., ehm, giovane attraente che provvede immediatamente a raccogliere il misfatto, ad annusarlo (!) e ad andare a consegnare una bella multa alla nostra casalinga priva di senso civico. E invece no, da bravo HOMO PROFUMIS INAFFIDABILIS (come c'era da aspettarsi del resto!) lui la va a scovare in mezzo alle lenzuola e se la bacia.

Sofia
Eau de Parfum di Sofia Monsurrò

Fine dello spot, apriamo il dibattito.
Ora, mi viene da fare due considerazioni:
1) Lui è vagamente inquietante. E non solo perché se ne va in giro ad annusare fazzoletti gettati per strada. Fateci caso, è pettinato come Aldo quando faceva il Conte Dracula. Secondo me dobbiamo preoccuparci  :D
2) Passano gli anni ma siamo rimasti ancora al Medioevo, quando una doveva lasciare il proprio fazzoletto come souvenir al cavaliere di turno. Che tristezza :P

E su questa bella immagine si chiude anche quesa puntata, poco comica ma abbastanza riflessiva :) Vi è piaciuto lo spot di oggi? Avete notizie sugli abitanti di quel paese?? No, è che non vorrei che nel frattempo la boccetta di profumo fosse finita in testa a qualcuno :D
Un bacione e al prossimo spot!

n.d.r. ovviamente ho tirato in ballo una tematica di attualità solo per ironizzare sullo spot e non per discutere di un problema serio che non tratterei mai su queste pagine :)



21 commenti:

  1. Ciao Sara, scusa ma a me questi spot fanno letteralmente inc..re, siamo oltre al Medioevo e a un'immagine dell'Italia che non capisco perché continuare a usare. Il profumo di Sofia Monsurrò sarà anche buono ma una campagna pubblicitaria simile la penalizza (come anche per Dolce&Gabbana)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh, si vede che vende, soprattutto all'estero! Comunque sarebbe ora di finirla con certi stereotipi :P

      Elimina
  2. Sara, cavolo, non conoscevo la tua rubrica! Grazie per le risate che mi hai procurato!!! Non vedo l'ora di leggere ancora i tuoi post sugli spot di profumi
    buona serata,
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto il post! Un bacione!! :*

      Elimina
  3. Ma lei che lascia il profumo sul balcone!? A chi sarà cascato in testa xD?! Almeno lo spot con Monicà ha più di 20 anni XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, è pericoloso! :D Se non altro lo spot della Bellucci se lo ricordano ancora tutti, questo non so se passerà alla storia! :D

      Elimina
  4. Cara Sara mi hai fatta morire dal ridere con la tua analisi dello spot!! :D Il profumo in bilico sulla righiera l'ho notato subito, anche perchè una sbadata come me lo tirerebbe giù in tempo zero!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta ti sia piaciuta! :) Eheheh, davvero quella della ringhiera è una cosa pco furba! :D

      Elimina
  5. Fighissima questa rubrica, non avevo mai letto uno di questi tuoi post! Comunque pure a me era saltata all'occhio la storia del profumo sulla balaustra... speriamo non sia finito sulla testa di nessuno, eheh. Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalle cronoache dei telegiornali non mi è parso di sentire nulla quindi forse possiamo stare tranquille! :D

      Elimina
  6. io vorrei aprire una mega parentesi sulle Lenzuola...ma perché? e perché le lenzuola sono sempre tutte bianche? nessuno usa le lenzuola colorate dell'Ikea?
    Speriamo che la boccetta non abbia fatto male a nessuno...mai dire mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, non ci avevo pensato!!!! :D Sig. Ikea faccia qualcosa!!!

      Elimina
  7. La mia rubrica preferita XD ma da dove esce questa Sofia Monsurrò? Io mai sentita!!! Comunque davvero che è una copia scadente dello spot della D&G che tristezza. E comunque è vero anche che lui è inquietante...Banderas de noantri XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah davvero! Magari in un prossimo spot ce lo ritroviamo a parlare con le galline!! :D

      Elimina
  8. Io da quando conosco la tua rubrica, ogni volta che vedo uno spot di profumi lo associo sempre a te e mi chiedo se potrebbe finire nella tua rubrica, in questi ultimi mesi ne ho scovati un paio che sono passati molto alla tv, che potrebbero finire in queste pagine. Non dico niente però, vediamo se prima o poi li citerai!
    Su questo spot anche io ho notato subito la casalinga disperata che è vestita di pizzo (ma io mi chiedo, chi è che fa le faccende di casa vestita cosi??), po ha steso un lenzuolo e un fazzoletto ed è già stanca.
    Terzo punto, di solito ci si asciuga la fronte, il viso, no lei si asciuga il decolté (mah?!). Quarta e ultima annotazione, lui è veramente inquietante: capelli assurdi e labbra abnormi!!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh sono diventata il vostro incubo!! :D Ora però sono curiosa di sapere quali sono gli spot che hai visto :D
      Caspita hai ragione, lui ha delle labbra abnormi hahahahahahah!!! :D

      Elimina
  9. Non conoscevo affatto marca e spot e come sempre è stato un piacere seguire la tua analisi personale. Ridicolo lui che annusa il fazzoletto..l'ambientazione comunque mi piace!

    RispondiElimina

Grazie per il commento!