venerdì 20 luglio 2018

Profumo di Spot #29



Buongiorno a tutti! Siamo ormai agli sgoccioli e tutte le rubriche del blog stanno facendo un'ultima apparizione prima delle vacanze. Oggi tocca a Profumo di Spot e vi invito a sedervi e a prendere un taccuino per gli appunti che ce ne sarà bisogno :D
Visto che per vedere nuovi spot ci toccherà aspettare minimo fino a Settembre (ché in estate la materia è un po' scarsina) e visto che la svolta vintage del mese scorso vi era piaciuta tanto, oggi ho scovato una perla datata 1979. Buona visione...



"Hai mai pensato che il tuo profumo può ricordargli (esitazione)... un'altra donna? Io uso Cachet".

Una Heidi di fine anni '70 immersa nel suo nido fatto di piante, tavola grafica da architetto e vasi cinesi - dove per altro ha infilato i pennelli da trucco, youtuber all'ascolto prendete spunto - ci mette in guardia dagli effetti collaterali dell'utilizzare un profumo qualsiasi.
Ché si sa, l'Homo Profumis Inaffidabilis è per sua natura traditore quindi bisogna stare attente.
Non so voi, ma a me l'Homo Profumis Inaffidabilis sembra solo molto tonto, almeno stando alle DETTAGLIATE RICERCHE che ho compiuto scrivendo questa rubrica negli ultimi anni :D

Comunque Heidi non vuole rischiare, quindi ci dice che lei usa Cachet. Che no, non è una pastiglia per il mal di testa ma un profumo.
Che con buona probabilità il mal di testa lo farà venire agli uomini per non fargli pensare a un'altra donna :D

A rafforzare la tesi di Heidi arriva... Heidi 2 dai capelli rossi e camicia di flanella :D 

"È così giovane!"

E a rincarare la dose una tizia che sembra Ursula trasformata in donna con al collo una CONCHIGLIA GIGANTE. Che no, non contiene la voce di Ariel ma serve da dare direttamente in testa all'uomo se solo si azzarda a pensare a un'altra donna :D

"È affascinante"

Prego notare l'oggetto d'arredo di dubbio gusto che ha alle spalle, ma cos'è, il CRANIO DI UNO PTERODATTILO?? :D

E la prima Heidi:

"Cachet sono io stessa" ("IO STESSA" ma è italiano?? Illuminatemi)

"Cachet, personale su di te"

Ecco a questo punto non ho capito. Cioè, praticamente questo Cachet cambierebbe a secondo di chi lo indossa?? Ma quindi alla fine va tutto a favore dell'Homo Profumis Inaffidabilis... nel senso che non ha bisogno di ricordarsi di associare un profumo specifico a una donna, tanto cambia ogni volta.

Ma quindi alla fine chi o cosa esattamente "é affascinante"?? L'uomo? "Il profumo? Heidi??

Ho le idee un po' confuse, se avete capito il senso dello spot vi prego di delucidarmi in merito :D

Dulcis in fundo:
Cachet by PRINCE MATCHABELLI

MA CHI È????? E soprattutto, chi gli ha suggerito un nome del genere?? Praticamente abbiamo a che fare con il principe del Tè Verde, quindi al massimo col profumo ci possiamo fare una tisana :D

Il delirio, in conclusione. Voi che ne pensate? La rubrica vi augura buone vacanze, sperando al rientro in spot di profumo un po' più seri, ma non ci giurerei troppo! Un bacione!!



10 commenti:

  1. Ma perché miagolano invece che parlare 😅?! Comunque il trash da annata ha sempre il suo perché 😂😂 buon week end!

    RispondiElimina
  2. Ahahahah in effetti hanno una vocetta ridicola! :D Buon weekend anche a te!

    RispondiElimina
  3. Meravigliosi questi spot, che si son visti anche nei primi anni '80... Hanno un sapore di antico ma già moderno, a me facevano anche paura... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vogliamo aprire il capitolo "spot pubblicitari che facevano paura" ci sarebbe da scrivere un libro!! I miei però sono soprattutto della seconda metà degli anni '80 :)

      Elimina
  4. io mi diverto troppo a leggere questi tuoi post!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta di farti divertire ogni volta! :*

      Elimina
  5. Risposte
    1. Non lo ricordavo neanch'io, manel '79 non ero ancora nata! :D

      Elimina
  6. Ahahah, mai visto dal vivo, ma meritava davvero XD

    https://julesonthemoon.blogspot.com/

    RispondiElimina

Grazie per il commento!