giovedì 10 marzo 2016

Profumo di spot #7


Ciao a tutte amiche fatine! Anche questo mese è arrivato il momento di recensirvi qualche spot di profumo; il mese scorso mi è stato a più voci richiesto di infierir... ehm, rendere omaggio alla Loren, e per la vostra gioia ho deciso di superarmi, prendendo in considerazione l'INTERA SAGA SICULA di Dolce&Gabbana :D

Bene, partiamo col prologo:


Siamo in Sicilia. Fateci caso che tutte le volte che si tira in ballo l'Italia e l'italianità si va sempre a finire lì. Quelli di Pordenone non se la prendano a male :D
In un attimo veniamo immersi nella fiera dei luoghi comuni:
-arance/limoni;
-gente che urla e gesticola;
-coppole;
-donnette vestite di nero sull'uscio di casa;
-coppole;
-bambini sfaccendati;
-ho già detto coppole?? :D

Ma eccola che arriva, la nostra protagonista, Lia che, sprezzante del pericolo, si aggira in mezzo agli aranceti in abito di pizzo bianco e tacchi. Si vede che c'ha una stoffa che non si macchia, a lei la natura fa un baffo. 
Come ogni spot di profumi che si rispetti anche quì abbiamo il nostro maniaco di turno che... no, mi spiace, non regge il confronto con quello di Audrey Tatou del mese scorso :D

Lei con la faccia schifata si accorge che lui la sta osservando dall'alto di una scala, armato di sorriso cavallino e acconciatura laccata vagamente anni '70 :D
Lei per l'imbarazzo (e ti credo!) sfodera un'espressione alla "OMG, per carità!" e si mette a chiacchierare del più e del meno (ma anche del per e del diviso) con le anziane del paese. Che ovviamente come tutte le anziane che non si fanno mai gli affari loro le chiedono se è fidanzata. E lei se ne approfitta per scroccare un po' di arance di Sicilia per merenda che, si sa, quelle sono buone :)

Il nostro impavido stalker, che ormai abbiamo appurato è ancora più imbranato di quello del treno, decide di prendere in mano la situazione da vero maschio siculo alfa.
Dandosi allo SFRUTTAMENTO MINORILE.
Chiama la prima bimbetta malconcia a portata di mano (sì, perché in Sicilia c'è la povertà e i bambini la mattina vengono fatti uscire di casa e mandati alla buona sorte), le dà in mano un mazzolino di fiori SAPIENTEMENTE STRAPPATO DALLA PIANTA e le dice di portarlo a Lia.
La bimba, che evidentemente si vergogna di fare figure simili, prima corre, poi decide di lasciare l'ingrato compito al suo cuginetto ancora più malconcio di lei. No, ma notare l'orrenda polo a righe che gli hanno fatto indossare, povero bambino :P

Lui corre filato a compiere il suo dovere, porge il fiore alla bella Lia
"Te lo manda iddu"
mentre lo stalker cavallino lo incita a fare quello che lui non avrà mai il coraggio di fare (onde evitare spruzzate di peperoncino in faccia), ovvero dare un bacio alla ragazza.

Al che lo stalker non capisce più niente, STRAPPA UN ALTRO MAZZOLINO DI FIORI (w l'ecologia!) e segue il solito momento idilliaco degli spot dei profumi in cui tutti annusano tutto/si annusano a vicenda. La sagra dei cani da tartufo, insomma :D

Come andrà a finire?? Il giovane stalker cavallino conoscerà Lia? Lei sarà veramente fidanzata? Lo saprete domani con la seconda e ultima puntata della sagra sicula di Dolce&Gabbana, dove entrerà in scena la nostra Sophia nazionale :)

fonte

Nel frattempo, se volete avere un esempio di come si fa veramente lo stalker, vi suggerisco di andarvi a rileggere il post del mese scorso, nel caso ve lo siate perso ;) Un bacione!! ^_^


14 commenti:

  1. Noooo ambientato in Sicilia e neanche uno, dico uno, di arancino ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Propongo di fare un sit-in di protesta! :)

      Elimina
  2. Non vorrei essere cattiva, ma lui trovo abbia un'espressione da ebete... :D

    RispondiElimina
  3. Io questi post li adoro!! Ahaha XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che ti piacciano! Non perderti la seconda puntata ;)

      Elimina
  4. Ahahah :D Queste pubblicità sono davvero piene di luoghi comuni!! Sicuramente lei sarebbe uscita in giardino con quel vestito e i tacchi!xD
    Ma lo sai che lo stalker, in realtà, è il figlio di Michele Placido?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO davvero? Il padre è decisamente migliore del figlio! :D

      Elimina
  5. La famosa Lia, ora Rosa!!! che dire, il nome deve adeguarsi al profumo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipo che la prossima volta la chiameranno "Dente di LeonA"?? :D

      Elimina
  6. Fantastica! Mo mi leggo il seguito! ;-)

    RispondiElimina
  7. A parte che un tizio + cesso per fare lo stalker cavallino era difficile da trovare,ma cribbio,un'affare di stato portare sti 2 fiorellini alla ragazza?Chiedi a quello chiedi a quell'altro,secondo me il fatto è che se due fioretti grattati da una pianta te li porta un uomo grande e grosso,dici "mazza che miseria",te li porta un bimbetto c'è il fattore tenerezza che aiuta.Poi oddìo dipende dall'uomo,se mi bussa alla porta Jason Momoa può pure non averli,i fiori XD

    RispondiElimina

Grazie per il commento!